Semi di dolore

Il seme del dolore è volatile ed attecchisce dove trova terreno adatto. Se viene irrigato di lacrime cresce rigoglioso, e rapidamente, affondando con voracità le radici nel cuore. Sradicarlo, allora, significa strapparsi il cuore. Bisogna spazzare il proprio terreno e bruciarlo ogni tanto col fuoco della passione e l’ardore dell’Amore, onde seme del dolore e terreno vengano sterilizzati: resi infecondi. Attorno si osservi com’essi rapidamente si sappiano, se no, riprodurre…

2 pensieri riguardo “Semi di dolore

  1. È vero quello che dici e profondo ma quanti riescono a fare questo? così risucchiati dal loro dolore solo capaci di lagnarsi e piangersi addosso, sono inguaribili non credo che mai riuscirò ad essere così compassionevole per capire.

    "Mi piace"

    1. Il dolore per un Figlio di Dio è un peso dal quale liberarsi al più presto, e si adopera per farlo. Per il figlio degli uomini è spesso ragione di vita, e quindi non si può pretendere che desideri liberarsene. Non compassione serve, ma rispetto e affettuoso distacco.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...