Considerazioni sulla via interiore

È stato autorevolmente fatto notare come non si debba commettere l’errore di confondere l’esperienza mistica con quella iniziatica. La prima è un aspetto della forma exoterica della religione, mentre la seconda risiede interamente ed esclusivamente nell’esoterismo, sempre nell’accezione corretta delle parole usate che indica rispettivamente gli aspetti esteriore ed interiore, che corrispondono alla coppia di appellativi divini l’Evidente e il Nascosto.
Proprio per questo le due esperienze hanno caratteristiche e strumenti diversi che, al di là dei distinguo tecnici a volte un po’ bizantini[1], si possono riassumere con la richiesta intrinseca che fa il misticismo di ricevere passivamente il divino, mentre l’approccio iniziatico si muove attivamente verso di esso con tutte le forze di cui dispone.
Il primo atteggiamento è propriamente umano, afferma l’umanità come elemento centrale dell’esperienza religiosa che vuole restare umana; il secondo è un impulso a superare l’umano per affermare il divino cui sente di appartenere, ed è perciò piuttosto l’impulso a un ritorno alla (propria) origine che si ottiene solo avanzando; forse per questo è stato detto che la via iniziatica, esoterica, è riservata ad una élite, e non per altre ragioni che il possesso delle caratteristiche specifiche e delle attitudini per conseguire lo stato di Conoscenza. Non si tratta certo di predisposizioni di tipo psicologico, o volontaristico, ma di quel che viene detto “avere Dio negli occhi“, quasi si trattasse di un fattore genetico; lo è, d’altra parte, in termini metafisici. Questo è il senso della così detta silsilah, la catena iniziatica che lega ogni predecessore al proprio continuatore (ciò in vita come nello stato di permanenza) in virtù di quell’influenza spirituale che viene chiamata baraka[2].
Sicché non è per scelta individuale che si intraprende una via iniziatica piuttosto che una mistica, ma è per necessità. La via mistica si può o no intraprendere, l’altra coincide con la vita stessa di chi la percorre, perché se effettivamente il fine della via iniziatica è la Conoscenza, questo deve essere inteso come apertura del proprio essere al Tutt’Uno per identificazione, e non come apprendimento o percezione cosciente di una alterità. Il che non può che coinvolgere l’interezza dell’essere, ed essa è tale solo nel punto di Origine.

NOTE
[1] – Non è facile, per esempio, stabilire se un’esperienza estatica sia un’esperienza mistica o contenga una iniziazione. Così non è troppo netta la distinzione tra la qualità degli “accadimenti” che contraddistinguono l’una o l’altra via; certo per il mistico l’esperienza estatica è l’obiettivo della sua ricerca, mentre per l’iniziato è solo la rivelazione inerente a un grado iniziatico raggiunto e da superare con l’esperienza successiva.
[2] – Erroneamente si pensa spesso a una derivazione di tipo culturale, persino a volte ideologico, così come si chiede a qualcuno a quale religione appartenga. La silsilah non prevede nel continuatore la pedissequa adesione alla forma impressa alla scuola dal predecessore, perché trattandosi di vita, le condizioni in cui essa si manifesta sono del tutto mutevoli, e tali sono anche gli “stati spirituali”. La via iniziatica è fondamentalmente fuori dall’ambito di quel che viene chiamato “religione” e l’ascendenza iniziatica è sempre nel Tutt’Uno stesso, anche se l’espressione di questa derivazione può essere modulata secondo alcuni Interpreti il capostipite dei quali resta Al-Khidr. La Necessità di questo fatto risiede nell’Unità del Non-essere che si esprime e comprende l’Essere, non contemplando in Sè alcuna divisione possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...