Sembra

Sembra che questo basso mondo, nella sua versione attuale, imponga agli individui umani (che ne sono parte costituiva e non abitanti), di ottenere una qualche forma di visibilità come precondizione al raggiungimento di ogni obiettivo e in tutti i campi, dal più futile e superfluo al più dotto e di alto profilo.
Si tratta dello sforzo di chi sa di essere invisibile, e forse ormai non più tanto in termini di successo sociale, quanto nell’inconscia consapevolezza di essere solo un’immagine, la cui esistenza (e consistenza) è data dall’essere vista; in questo dipendendo totalmente dagli occhi degli altri e dalla direzione del loro sguardo.

Un fustigatore di costumi potrebbe dire che quest’epoca sia il trionfo dell’apparenza o meglio della parvenza simulatoria, e chiederebbe il ripristino della buona austerità concreta di una volta; ma uno gnostico direbbe che questo basso mondo è oggi costretto dalle circostanze a mostrarsi per ciò che è, una illusione, una allucinazione collettiva priva di ogni realtà, ove ogni cosa è appiattita dalla nebbia della virtualità. Una inconsistenza immaginaria. E vi vedrebbe il segno dell’avanzamento di ogni cosa verso la Realtà attraverso lo svelamento dell’illusione, la caduta del velo di Maya nella evidenza che Maya sia un velo posto davanti al Vero.
Anche l’individuo umano appare illusione, privo di consistenza; e tutto ciò che intorno a lui si articola, denuncia la stessa volatilità… Anch’egli velo davanti alla propria Realtà. Se c’è… perché se c’è, è un essere umano e lo svelarsi a sé stesso è riempirsi di Vita e Verità; se non c’è, è dissolversi come la nebbia all’alzarsi del sole, che del fenomeno vi siano o no ammiratori.

P.S. Un aneddoto: un maestro ricevette un promoter che aveva sentito parlare di lui e che intendeva proporgli delle iniziative per aumentarne la visibilità e decretarne il successo; propose molti progetti, ma ad ognuno il maestro rispondeva con un sorriso e un diniego. Alla fine, il promoter esasperato, esclamò:
– “Ma insomma lei non vuole proprio farsi trovare!”.
– “Tutt’altro! Io devo volermi far trovare! ma molto difficilmente.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...