La Tavola

Nella Tradizione vi è una bellissima immagine che illustra la qualità della conoscenza noetica
Ciò che occorre è che il cuore si tenga pronto affinché si manifesti in esso la Realtà del Vero in tutte le cose“.
Il cuore è pronto quando è limpido come la superficie di uno specchio.
La quale è impenetrabile in quanto del tutto riflettente, bisogna dire.
Vi è poi in cielo una certa Tavola “preservata” sulla quale è scritta ogni cosa: passato, presente e futuro contemporaneamente in ogni momento la si osservi, e poi soprattutto ogni seme (forma archetipale, principiale) di ogni “cosa”. In altre culture, si chiama Akasha(1).

Due sono le modalità di conoscenza possibili, a parte quella dei sapienti di questo mondo che deriva da studio e ragionamento: insufflamento nello spirito che risiede nella profondità del cuore (o ispirazione), e rivelazione. Dei santi la prima, più specifica dei profeti la seconda. Non differenti tra loro nella Sostanza.

Il santo o il profeta osserva il proprio cuore, null’altro; e in esso vedrebbe riflesso lo scorrere dell’immagine (sempre l’immagine!) della Tavola, se tra essa e lo specchio – pur immacolato – del cuore non fossero interposti dei veli, costituiti da preconcetti, moralismi o presunzione di sapienza: dai veli della umana costituzione. La scienza umana è infatti uno di questi veli.
E tuttavia un benedetto alito di vento, un soffio (forse quello dell’insufflamento) può per un attimo sollevare i veli, insh’Allah. A volte nel sonno, a volte desti.
Se l’osservatore non è – proprio in quel momento, anche nel sonno – distratto(2), egli è illuminato e vede, coglie il riflesso della Tavola sulla superficie del proprio cuore, ché gli si apre il petto, inondato dalla luce della Conoscenza, quasi che la Luce si liberasse dai più reconditi anfratti del cuore, quelli nascosti dietro l’impenetrabilità della superficie polita. Se vedesse se stesso, come Narciso?

In verità è quello che santo e profeta sperano. Tutto quanto colgono che non sia questo, è reso ai miopi, senza trattenere nulla per sé.
Vi sono tra questi alcuni che, vìstisi, si sono poi nascosti perché nessun altro possa, dopo di ciò, fare altrettanto: vederli… a meno che non sia necessario al loro servizio. Si chiamano Abdal(3), e vogliono occultarsi soprattutto ai sapienti di questo mondo.
La Tavola che Tutto contiene, deve contenere anche l’imago dello gnostico cercatore, e deve contenerla nella sua forma spiritualmente spermatica, nella sua essenzialità del semplice, nella sua Essenza: è quello che il cercatore cerca, perché come Narciso, vista la propria immagine riflessa e vibrante nella Fonte, gli sia possibile immergersi (ed estinguersi) in essa effettuando la transizione che egli auspica. Nel Tutto, egli non cerca che sé, suo Padre.

NOTE
(1) La suggestione rimanda anche alla Tabula Smaragdina di Ermete… lo smeraldo sul quale era incisa, secondo la tradizione, suggerisce a sua volta l’analogia col verde smeraldo colore del cuore, e – col nero – del mantello di Al-Khidr…
(2) Attenzione (tensione) ed intenzione sono capisaldi dell’atteggiamento del ricercatore mistico (gnostico) Si veda quanto detto in altro articolo a questo proposito.
(3) Costituiscono – secondo la Tradizione – un gruppo istituito da Dio stesso, e sono la parte radicale (nel senso di parte radicata nella condizione umana) di quella che è chiamata Gerarchia (Spirituale e/o Invisibile), che l’umano trascende nei livelli superiori. La loro condizione duplice di solitari e legati in gruppo tra loro per via spirituale e per servizio, li rende analoghi (forse sovrapponibili) agli Afrad, solitari membri della Cavalleria Spirituale, il cui Maestro (del quale si dichiarano Figli Spirituali, costituendo in Lui un Fratellanza) non è di questo mondo, ma è anche di questo mondo.

Un pensiero riguardo “La Tavola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...